Pensieri sulla carne, sulle ossa e sull’Aldilà


 

E così siamo fatti di carne e di ossa.

Io non l’accetto fino in fondo, non mi va la fragilità di questo mucchio di cellule, non mi va di pensare a quanto lavoro si compie in ogni istante solo per concedermi di stare qui, seduta, a blaterare al pc e il mio corpo si strugge per questo!

Fluidi che scorrono in ogni dove, muscoli che si flettono anche solo per sbadigliare, ossa che sostengono tutto, un’impalcatura sempre resistente.

Io che vivo di parole, ma ho una mente concreta, mi sento sopraffatta da tanto, è troppo rischioso.

Altro che paura dell’aereo, ho paura di essere in un corpo!

Chiamate pure la neuro, ma a rifletterci bene..

Molti hanno paura di salire su di un aereo: e se poi si fermano i motori, e se c’è una perturbazione forte, e se il pilota è ubriaco, e se il pilota non c’è, e se la hostess è una del terrore…?

Sì, vabbè..

E se il mio cuore si ferma, e se le mie cellule si ammalano e se il mio cervello non connette..?

Non è come piace a me, non è come i personaggi che amo, letti e inventati, io ho la scadenza e quando ,per vari motivi, devo leggere quest’etichetta, beh, non mi piace!

Non leggerò mai tutto ciò che vorrei, non scriverò mai il libro che sogno, non vedrò mai il mondo che mi incuriosisce..

Mi basterebbe sapere: che c’è, chiedo troppo?

Sì, la fede, io sono cattolica, io credo, ma vorrei i particolari, che vita è dopo?

Me lo chiedo davvero: qui la disperazione condita di passioni umane e là?

Perfezione? Caduta di ogni desiderio? Felicità totalizzante?

Allora, perché mi dispero al solo pensiero di non avere più storie da immaginare, o gli abbracci, gli abbracci!

Forse che più passa il tempo e più vedo le cose belle di questo nostro umano tribolare?

Non so, ma la parte delle tenerezze, del calore, della fantasia, io non so perderla.

E che qualcuno mi spieghi, che parli: come si vive dopo?

16 Pensieri su &Idquo;Pensieri sulla carne, sulle ossa e sull’Aldilà

  1. Buongiorno amicia mia! bellissima riflessione, anche io mi son fatta spesso queste domande ma bisognerebbe andarci e ritornare per averne risposta :-). Sono cattolica anche io, o meglio sono un fritto misto, perché mi piace anche credere che l’anima continua a (ri)vivere, si abbandona solo questo corpo mortale per riprenderne un altro. Si tratta della reincarnazione e karma (http://www.vedanta.it/articoli/albano_elisa_01.htm), quel che ci accade in questa vita è dettato da come ci siamo comportati in altra precedente e quel che non siamo riusciti a fare in questa ci verrà riproposto nella prossima o dovremo correggere il precedente comportamento. Più o meno una cosa così. Puoi rinascere sotto qualsiasi altra forma vivente. Sai quando ti dici “quella persona mi sembra di conoscerla da sempre”? a questo io mi rispondo che deve essere stato in qualche vita precedente. Certo anche per loro quando si arriva alla perfezione non ci si reincarna più, ma ce ne vanno di vite :-). Nelle morti che mi han fatto più male, ogni tanto questa idea mi solleva perché le penso a vivere ancora…
    Disperazione, perfezione, passione, desiderio, immaginazione, abbracci, libro fai tutto ora che nella prox non si sa cosa ci capita 😉 Ecco detta la mia… Scusa il bla bla ma ormai mi conosci :-D. baciottiiiiii e buonissimo giorno!

    Mi piace

    • Mi ha affascinato l’idea dell’anima che trasmigra fin dai tempi in cui da ragazzini ci si mette di fronte a nuove possibilità, infatti sento di non avere risposte. Sono curiosa, è un aspetto, concedimi, della vita che mi si fa sempre più pressante e presente, perché ovviamente con l’età adulta se ne viene inevitabilmente a contatto.
      Allora, ti chiedi, proprio perché credi, in qualche modo sai, come una di quelle impostazioni già scritte nel DNA, una memoria primordiale che vorresti recuperare. Certe persone penso anch’io che si riconoscano. Lo so che a molti non è piaciuto, ma c’è stato quel film con Robin Williams “Al di là dei sogni” che mi ha lasciato qualcosa nel concetto di spirito.. o il libro “Amabili resti” di Alice Sebold..mi ha lasciato qualcosa, qualche pensiero in più. Mi spaventa non fare qui e ora ciò che sento di aver bisogno di fare in tempo. Grazie amicia mia cara, sei una bella fonte di pensiero positivo e cielo di albe nuove! frrrrrrrr miao!

      Mi piace

      • ahhhh come parli bene tu :-D. Giustissimo tutto quel che dici. Visto il film, l’ho trovato molto bello, dice molto di più di quel che fa vedere. Del libro ho visto il film e mi son ripromessa di leggere il libro che come il solito sarà migliore. Io albe? mi sentivo più tramonti 🙂 grazie grazie, tu moltooo ma molto di più, contenta di poterle vedere! miaooo fruuu

        Mi piace

      • Oggi mi hai illuminato con le tue parole! Un massaggio a sto spirito acciaccato.. 😉 Il tempo per me è tardo, ma ti ringrazio, con tutto il cuore da adesso! Ho letto tutto e penso tu sia una persona rara, positiva nonostante ogni possibile uragano.. continuerò poi.. ma dovevo dirti grazie di tanto sole!

        Mi piace

      • ma dici a me? 😯
        Ma dove, ma quando, ma come ho fatto tutto questo? 🙄
        Non me ne sono mica resa conto ne (alla piemontese ne) 😎
        Mmm deve aver sbagliato a fare replica 😕
        Ehm cioè eh ehm insomma sarei un pochino imbarazzata ne… che dire son contenta, regalar sole è sempre una bella cosa 😀 grazieee a tee!

        Mi piace

  2. Una vita non basta lo do empre io… 🙂 anche io me le sono fatte tante volte queste domande e vista l’impossibilità di trovarvi una risposta ho deciso di trovare ogni volta un proseguimento diverso…tipo quando a scuola dovevi inventare la fine di una storia! Da picola le odiavo proprio perchè non mi piaceva immaginare la fine di qualcosa…meglio trovare ogni volta un continuare diverso e una risposta diversa 😉

    Mi piace

    • E’ un bel concetto, davvero interessante! Io che ho sempre adorato i finali, ‘ché ho bisogno di sapere come finisce, invece tu mi proponi i continui nuovi inizi, molto bello e si sposa col concetto della Mamy sopra: la possibilità che l’anima si reincarni. Mi piace il modo in cui l’hai espresso,mi è risultato denso di poesia. Allora, che siano nuovi e sempre intriganti inizi! 😀

      Mi piace

  3. Ho passato tanto tempo a lambiccarmi su ste cose,pensa una volta mi son detta,se muoio non sapro’ mai come finisce Lost e questo giusto per ironizzare un po’…avevo paura,tra l’altro ero anche ipocondriaca,poi un giorno,puff,come per miracolo è svanito tutto.E’ rimasta una cosa sola,la paura del dolore fisico.
    Abbraccio grande grande e buongiorno Felina…miao…P.s: ho risolto da sola il mistero,non era niente di chè…

    Mi piace

    • Mi lasci nella melma della curiosità.. ma sappi che ho un infinito rispetto, perché tengo all’intimità altrui quanto alla mia. Diciamo che sono disponibile se ti servisse, ma non ti chiedo niente,. 😉
      Anch’io ho paura del dolore fisico , ogni volta che lo affronto la paura aumenta. Andiamo avanti e non curiamocene più, come dame che si sventolino il nasino imbellettato, ti piace?
      Bacioni dolce Ky!

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...